Benvenuti in Cambogia!

Affacciato a 525 metri di altezza sulla campagna cambogiana, a due passi dal confine con la Thailandia. Il Tempio di Preah Vihear, eretto durante l’impero Khmer è solo uno dei tanti tasselli che compongono l’incredibile patrimonio storico e culturale della Cambogia.
Un patrimonio, in passato, quasi del tutto ignorato, salvo per il meritatamente apprezzato sito di Angkor Wat, simbolo del paese e suo biglietto da visita. Ma la Cambogia è questo. E’ un paese di cui si sapeva ben poco fino a pochi anni fa. Se ne conosceva la sua recente storia, macchiata dalla terribile dittatura di Pol Pot (fine anni 70), e la si visitava per ammirare il suo tempio più famoso, come prolungamento di un viaggio nel vicino Vietnam o Thailandia.

Che potesse essere un paese estremamente affascinante, dove vivere tantissime esperienze diverse e che potesse essere protagonista di un viaggio tanto quanto i suoi vicini più famosi lo si è iniziato a scoprire solo recentemente.

Disseminati in ogni dove si trovano templi e siti archeologici che raccontano la storia del regno Khmer, uno dei più importanti e influenti tra gli antichi regni asiatici. Siti che spaziano dal tempio piramidale di Koh Ker, alle rovine immerse nella giungla del Sambor Prei Kuk, dove immergersi nella storia khmer e riscoprirsi moderni Indiana Jones.

Nelle province occidentali e orientali, più remote e ancora poco turistiche, vasti parchi nazionali e catene montuose richiamano gli amanti della natura e dell’avventura, dando anche la possibilità di rendersi partecipi di importanti progetti di salvaguardia della ricca fauna di queste terre.

Passeggiando tra le vie di Phnom Penh, Siem Reap e Battambang, si respira l’atmosfera coloniale di quando la Cambogia era parte dell’Indocina Francese e si ritrovano i colori e ritmi delle tipiche città asiatiche.
Tra le basse terre nelle valli del Tonle Sap e del Mekong si incontra invece una Cambogia rurale, con le sue tradizioni, abitudini e ritmi ancora ben radicate.

Spostandosi invece verso occidente, si raggiunge il mare lungo il Golfo di Thailandia, dove si trovano isole incontaminate come Koh Rong e Samloean, dove rilassarsi tra spiagge di soffice sabbia bianca e acque limpidissime.

Ecco, in poche righe la Cambogia è anche questo, è un paese estremamente affascinante e letteralmente tutto da scoprire!

Quando e dove andare in Cambogia

Qual’è la stagione migliore per visitare la Cambogia?

La Cambogia ha il vantaggio di essere, climaticamente, semplice. Date le sue dimensioni e altitudini con poche variazioni, il clima è uguale sostanzialmente in tutto il paese, con le stagioni divise in due, quella secca e quella umida.

La stagione secca

La stagione secca va da Ottobre ad Aprile. Con temperature più fresche e condizioni migliori, specialmente per le località di mare e per visitare regioni meno turistiche più facilmente raggiungibili per le condizioni delle strade.

La stagione umida

La stagione umida va da Maggio a Settembre/Ottobre, con piogge più in forma di brevi rovesci tra Maggio e Luglio e più consistenti invece tra Agosto e Settembre. Mentre viaggiare nelle province più remote diventa difficile se non impossibile. Questo periodo regala comunque belle soddisfazioni, potendo ammirare Angkor sotto un’aspetto diverso ed estremamente affascinante e trovando una natura lussureggiante e particolarmente “luminosa”.

Nota importante: le continue variazioni climatiche e ambientali, stanno portando ad un continuo mutamento delle stagioni, in Cambogia come in tutto il mondo. Le stagioni qui riportate potrebbero sempre slittare, variare e incontrare situazioni differenti di anno in anno.

Dove pernottare in Thailandia

Alcuni dei nostri hotel e strutture preferiti dove soggiornare in Thailandia. Tutte verificate e ispezionate durante i nostri viaggi.

Gli ultimi nostri articoli sulla Cambogia

Informazioni utili sulla Cambogia

Documenti necessari

Passaporto: necessario per entrare in Cambogia, deve avere una validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo nel paese e due pagine libere per l’applicazione del timbro/visto. Da portare sempre con se, consigliamo di farne una copia da tenere un caso d’emergenza.

Visto d’ingresso: è necessario il visto d’ingresso che viene rilasciato dalle Rappresentanze diplomatico-consolari cambogiane all’estero o che può essere ottenuto, per brevi soggiorni turistici, anche alle frontiere terrestri o all’arrivo presso gli aeroporti internazionali.
Oltre che presso le Rappresentanze diplomatico-consolari cambogiane o in frontiera, il visto turistico può essere richiesto prima della partenza con la procedura on-line. Il sito per richiedere l’E-visa e’ il seguente: www.evisa.gov.kh; il costo del visto on-line è di 36 $.

Informazioni sulla Cambogia

  • Capitale: Phnom Penh.
  • Popolazione: 67.010.000 circa.
  • Fuso orario: +6 ore rispetto all’Italia.
  • Lingue: khmer.
  • Religioni: Buddista, minoranze musulmana e cristiana.
  • Moneta: Riel (Khr)
  • Prefisso per l´Italia: 0039
  • Prefisso dall´Italia: 00855