Benvenuti in Indonesia

17000 isole, di cui 8000 disabitate e 300 lingue parlate. Sono tre numeri che eloquentemente raccontano l’Indonesia. Un paese tanto vasto quanto diverso al suo interno. E’ difficile pensare che 255 milioni di abitanti possano condividere tutti le stesse abitudini e le stesse culture ed ecco perché attraversare l’Indonesia è un’esperienza cosi variegata che difficilmente si può limitare ad un solo viaggio. Popoli tanto diversi abitano una terra dove la natura è la vera regina incontrastata. Lo ricordano i tantissimi vulcani di Sumatra e di Giava, le vastissime foreste del Borneo e di Papua, i fondali mozzafiato intorno alle isole Sulawesi e a Manado o i voraci varano che popolano le isole di Komodo. Viaggiare in Indonesia è addentrarsi in un caleidoscopio di bellezze naturali uniche e popoli dalle culture altrettanto particolari; come ricorda la mistica Bali e i suoi balinesi o il popolo dei Toraja, dalle tipiche abitazioni, senza menzionare le popolazioni ancora lontanissime da ogni modernità che abitano l’estremità orientale del paese.

Wonderful Indonesia

Komodo / Flores

Documentazione necessaria

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi alla data di ingresso in Indonesia. Recentemente si sono registrati casi di turisti italiani a cui è stato rifiutato l’ingresso nel Paese a seguito della contestazione da parte delle Autorità indonesiane di immigrazione sull’integrità del libretto del passaporto (copertina scollata). Si raccomanda pertanto di verificare l’integrità del passaporto prima di intraprendere viaggi in Indonesia. A fronte di casi di connazionali fermati e trattenuti in cella fino ad identificazione, perché privi di documenti di identità, si ricorda che i turisti sono tenuti a portare sempre con sé il proprio passaporto.

Visto d’ingresso: dal 9 giugno 2015 nella Repubblica d’Indonesia sono entrate in vigore nuove disposizioni che regolano il rilascio dei visti d’ingresso per motivi di turismo, affari, sociali, governativi e per missioni ufficiali. I cittadini italiani, in possesso di passaporto valido almeno per sei mesi, che intendano recarsi in Indonesia per motivi di turismo per un periodo inferiore ai trenta giorni sono esenti dalla richiesta di visto se entrano nel Paese dagli Aeroporti, Porti e frontiere terrestri indicati in questo link

A causa della recente adozione della suddetta normativa e dell’ancor non consolidata prassi, si avvisano i connazionali che si sono verificati casi in cui, una volta concessa l’entrata da uno degli aeroporti o porti summenzionati, sia stata successivamente proibita l’uscita da un porto o aeroporto non incluso nella precedente lista. Si consiglia, pertanto, ai connazionali che dovessero entrare nel Paese da uno dei porti o aeroporti menzionati di organizzare il proprio itinerario prevedendo l’uscita dal Paese da una delle frontiere indicate.

Le Autorita’ indonesiane hanno recentemente sottolineato come per i detentori di Passaporti Temporanei non sia possibile ottenere il visto all’ingresso nel Paese, ma che e’ necessario ottenere un visto ad hoc presso la locale Rappresentanza Diplomatica indonesiana. Si consiglia ai connazionali in possesso di tale documento di informarsi presso le competenti Ambasciate indonesiane.

2) RICHIESTA DEL VISTO PRIMA DELLA PARTENZA presso l’Ambasciata di Indonesia a Roma. La richiesta presso l’Ambasciata è obbligatoria per tutte le altre tipologie di visto, come ad esempio il visto per affari. E’ possibile richiedere un visto multiplo d’affari al costo di circa $ USA 75. I visti ottenuti presso l’Ambasciata possono avere una durata maggiore (sino a 60 giorni) e sono rinnovabili. In particolare, per l’esercizio di attività giornalistica (incluso attività fotografica per articoli giornalistici) deve essere rilasciato un apposito visto d’ingresso. Al riguardo si raccomanda di richiedere all’Ambasciata, oltre al rilascio del visto, anche le altre autorizzazioni ministeriali per l’esercizio dell’attività giornalistica. Per questa particolare attività, inoltre, è richiesta sempre la registrazione preventiva e personale degli interessati presso il competente ufficio del Ministero degli Affari Esteri indonesiano a Jakarta. Per visite in particolari regioni, come ad esempio Papua o Aceh, oltre al visto occorre anche richiedere all’Ambasciata indonesiana le informazioni aggiornate per ottenere le eventuali speciali autorizzazioni necessarie per l’ingresso in dette regioni.

Si segnala che un soggiorno più lungo di quello concesso dal visto e/o lo svolgimento di attività diverse da quelle per le quali il visto è stato rilasciato, costituiscono in Indonesia una grave violazione delle leggi sull’immigrazione e come tali vengono sanzionate con elevate pene pecuniarie e detentive fino a cinque anni. Per ogni giorno di soggiorno illegale in Indonesia è previsto il pagamento di una multa di 25 USD da pagare in contanti. Si consiglia di reperire informazioni aggiornate al riguardo direttamente presso l’Ambasciata Indonesiana a Roma o presso il proprio agente di viaggio.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento: “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Formalità valutarie e doganali: nessuna. Esiste una libera convertibilità della valuta. A Jakarta e nei maggiori centri turistici è possibile effettuare sia il cambio Dollaro USA/Rupia che quello Euro/Rupia, a tassi correnti. Il cambio con l’Euro è invece ancora poco diffuso nelle zone meno turistiche e più remote del Paese. Le principali carte di credito sono accettate negli esercizi turistici. Per tutti i biglietti aerei acquistati prima del marzo 2015 la tassa aeroportuale per l’uscita dal Paese ammonta a circa  Rupie 150.000 a persona, mentre per gli spostamenti aerei interni è necessario pagare una tassa che oscilla tra le di 40.000 e le 60.000 Rupie dipendendo dall’aeroporto di partenza e di arrivo. Per i voli acquistati dopo il marzo 2015 le tasse aereoportuali sono incluse nel biglietto.

Viaggiatori con animali (cani e gatti).

L’importazione di cani e gatti dall’Italia è sottoposta a regime di quarantena.

Ambasciate

Ambasciata d’Italia a JAKARTA Jalan Diponegoro no. 45, Menteng Jakarta 10310, Indonesia Tel.: (+62-21) 319.374.45 Fax: (+62-21) 319.374.22 Ufficio Consolare: Tel./Fax (+62-21) 319.234.90 Cellulare di servizio: 0815 181.13.44 (per chi chiama dall’Italia, 0062.815.181.13.44). E-mail: consolare.jakarta@esteri.it ; ambasciata.jakarta@esteri.it

Consolati

CONSOLATO ONORARIO a BALI Sig. Giuseppe CONFESSA Lotus Enterprise Building Jl. By-Pass Ngurah Rai, Jimbaran BALI Tel. Ufficio: +62-361-701005 . Fax: +62-361-701005 Cellulare : 0812-3904471 (per chi chiama dall’Italia: 00.62.812.390.44.71) Home page: http://www.italconsbali.org E-mail: italconsbali@talconsbali.org

Mappa

Meteo