Viaggio in Cambogia, Hong Kong e Malesia

Home // Viaggio in Cambogia, Hong Kong e Malesia
Viaggio in Cambogia, Hong Kong e Malesia

Viaggio in Cambogia, Hong Kong e Malesia

La Cambogia vi porterà a ripercorrere le orme di uno dei popoli più potenti e sviluppati nel passato storico dell’intera Indocina, gli Khmer. E come non farlo iniziando da la loro storica e monumentale capitale, oggi indiscusso Patrimonio dell’Umanità Unesco: il sito di Angkor.
Templi, mura, piscine, statue, tutte a ricordare la magnificenza e grandezza dell’impero di cui era capitale e che oggi è avvolta dalla natura, che ne mantiene il ricordo glorioso e il grande alone di mistero ancestrale che trasmette a chi la visita.
Hong Kong, Il vostro viaggio comincia con la visita di Hong Kong. Il suo nome significa “porto profumato” in ricordo del porto dove i primi mercanti inglesi incontrarono i pescatori locali. Che Hong Kong sia sempre stato un luogo di incrocio tra i popoli lo ricorda anche il nome con cui è soprannominata ora: “l’Oriente incontra l’Occidente”. Un incontro che ha portato la città a diventare colonia inglese prima e parte della Cina ora, seppur molto autonoma (nel 2017 saranno 20 dal passaggio di “proprietà”). Templi buddisti che convivono con edifici e chiese dallo spiccato stile europeo ed inglese attraversati da strade trafficate e mercati dove fare sfoggio delle proprie capacità di contrattazione.
Il viaggio termina con un soggiorno di relax al mare a Gaya Island nel Borneo Malese.

1° GIORNO | ITALIA – SINGAPORE

Partenza dall’Italia con volo di linea Singapore Airlines diretto a Phnom Penh via Singapore. Rinfreschi e pernottamento a bordo.

2° GIORNO | SINGAPORE – PHNOM PENH

Arrivo a Phnom Pneh. Disbrigo delle formalità doganali ed incontro con l’autista per il trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo diretto a Phnom Penh in Cambogia. Arrivo ed disbrigo delle formalità doganali. Incontro con la guida e inizio del tour.
Phnom Penh sorge alla confluenza di tre fiumi: il possente Mekong, il Tonlé ed il Bassac. Grazie all’equilibrata mescolanza di modernità e fascino provinciale, questa capitale si distingue dalle altre del sud-est asiatico. L’evidente tocco coloniale francese che si nasconde tra gli imponenti monumenti Angkoriani attirerà la vostra attenzione mentre passeggiate per le vie del centro. L’esplorazione della città avrà inizio con la visita del Museo Nazionale: esempio superbo dell’architettura khmer. Qui potrete ammirare un’ampia collezione di sculture Khmer, ceramiche ed opere etnografiche. Raggiungerete poi il Palazzo Reale, che si staglia fiero sulla linea dell’orizzonte. In passato, il complesso, composto da quattro aree principali, fungeva da residenza reale del re di Cambogia. Terminerete il vostro tour presso il mercato centrale, dove potrete dedicarvi allo shopping. Al termine del tour, farete ritorno al vostro hotel. Pasti liberi. Pernottamento in albergo.

3° GIORNO | PHNOM PENH – BATTAMBANG

Situata a nord-ovest di Phnom Penh, Battambang rimane ufficialmente la seconda città più grande del Paese, benché si stia sviluppando più lentamente di Siem Reap. Lungo il tragitto che vi condurrà a destinazione, potrete effettuare innumerevoli interessanti tappe. Inizierete la vostra avventura lungo le sponde del fiume Tonlé Sap, presso un villaggio di fabbri, esperti nella lavorazione del ferro.
Nelle vicinanze, si erge la collina di Oudong: attuale luogo di pellegrinaggio ed antica capitale del regno della Cambogia. Qui si ergono antiche pagode che conservano reliquie di re dell’antichità ed edifici più recenti che inneggiano al Budda. Una volta raggiunta la cima, respirate a pieni polmoni e gettate uno sguardo al panorama mozzafiato che si schiude davanti ai vostri occhi. Impenetrabili foreste, sconfinate aree pianeggianti, verdeggianti risaie, laghi sfavillanti e villaggi locali punteggiati di pagode vi lasceranno esterrefatti.
Continuerete poi la vostra visita con il villaggio di Kampong Chhnang: situato alla bocca del nel maestoso Lago Tonle Sap. Sul lago, potrete ammirare numerosi villaggi galleggianti. Il nome Kompong Chhnang,“porto delle ceramiche”, rivela l’importanza della lavorazione della terracotta per l’economia dei villaggi. Una volta raggiunta la città di Pursat, rinomata per le sue cave di marmo, potrete assistere all’abile lavoro degli artigiani, che da blocchi di marmo grezzo danno vita a eleganti sculture. Rimettetevi poi in viaggio per coprire l’ultima parte del tragitto tra le risaie. Finalmente scorgerete la sagoma di un gigante nero che brandisce un bastone in legno: benvenuti a Battambang! Pasti liberi. Pernottamento in albergo.
Informazione: Battambang è una città ancora poco turistica e per questo preserva ancora una particolare bellezza ed autenticità. Dall’altra parte però, la qualità dei ristoranti, degli alberghi, il servizio in generale sono molto locali.

4° GIORNO | BATTAMBANG – SIEM REAP

Visita della città di Battambang, una graziosa cittadina che si estende lungo il fiume Sangker, costellata da eleganti case dallo stile coloniale francese.
Si inizia con un primo giro d’orientamento in bicicletta (in alternativa in Tuk-Tuk): il percorso è fuori dai sentieri battuti, per osservare la vita contadina degli abitanti dei villaggi e scoprire la Cambogia più vera e meno conosciuta. Seguendo il percorso di un piccolo ruscello, potrete ammirare le case tradizionali immutate da generazioni, risaie, piccole botteghe locali; capirete come viene preparato il riso o come viene fatta la tradizionale pasta a base di salsa di pesce (prahok). Il tutto circondati dagli abitanti dei villaggi e dalla curiosità dei più piccoli di loro. Visiterete poi una graziosa pagoda in legno prima di raggiungere il tempio di Wat EK Phnom dell’XI secolo. Lungo la strada attraverso villaggi tradizionali, potrete assistere alla fabbricazione di gallette di riso realizzate da una una famiglia locale e parlare con loro per conoscere meglio la loro vita quotidiana.
Partenza da Battambang a Siem Reap attraverso i paesaggi delle risaie e della campagna cambogiana con le sue case tradizionali. Prenderete la strada via Sisophon nella provincia di Banteay Meanchey a 68 km da Battambang, dopodichè proseguirete per un centinaio di chilometri fino a raggiungere Angkor (Nota: la strada può essere a tratti accidentata e poco confertevole).
Durante il tragitto potrete osservare le tecniche degli scultori di pietra e dei lavoratori della seta: a una decina di chilometri da Siem Reap un’azienda agricola specializzata nella produzione di seta vi mostrerà tutte le tappe del metodo tradizionale di lavorazione della seta, dall’allevamento del baco alla tessitura passando alla creazione del tessuto e alla tintura.
Arrivo a Siem Reap alla fine della giornata. Pasti liberi. Pernottamento in albergo.

5° GIORNO | SIEM REAP

Appuntamento con la vostra guida in hotel per iniziare la scoperta del meraviglioso tempio di Angkor Wat, Patrimonio mondiale dell’umanità. Questo tempio è uno dei monumenti più straordinari mai concepiti dall’uomo, costruito nel XII secolo (1112-1152) in onore della divinità Vishnu. Nella religione induista, Vishnu è la divinità degli Spazi, nonché la seconda Persona della Trimurti (chiamata anche Trinità indù, composta da Brahma, Vishnu e Shiva)
Nel pomeriggio visiterete il tempio di Banteay Srei, considerato uno dei gioielli dell’arte khmer. Costruito nel X secolo, questo piccolo tempio d’arenaria rosa, il cui nome significa “Cittadella delle donne”, contiene capolavori di scultura ancora in buono stato di conservazione. André Malraux lo rese famoso all’inizio del XX secolo grazie al ritrovamento di alcune teste di apsara – ammalianti creature che raffiguravano l’ideale massimo di bellezza femminile – che tentò di trafugare, poi restituite alla comunità nel 1923.
Sulla via del ritorno, è prevista una sosta al vecchio monastero di Ta Prohm, dove giganteschi alberi secolari hanno messo le radici nelle pietre sovrastando le costruzioni circostanti. Oltre a questa imponente vegetazione, avrete modo di vedere delle splendide devatas – divinità femminili – scolpite nella roccia e vi troverete immersi nell’atmosfera tipica che permeava i templi costruiti sotto il regno di Jayavarman VII. Ritorno in albergo per per rilassarsi. Pasti liberi. Pernottamento in albergo.

6° GIORNO | SIEM REAP

La mattina, partenza in tuk-tuk per il Nord di Angkor. Comincerete con la visita al Tempio di Preah Khan, costruito da Jayavarman VII nel 1191 in onore di suo padre, il Dio risparmiatore del Buddismo Mayahanista: il tempio era in origine una vera e propria città e un luogo dedicato agli studi buddisti. Appartenente alla stessa epoca, Neak Pean, chiamato anche “Nagas intrecciato”, è l’unica isola-tempio di Angkor: si dice che rappresenti simbolicamente Anavatapta, il lago sacro e mitico dell’Himalaya, venerato in India per le proprietà curative delle sue acque. Il grande bacino centrale è collegato ad altri quattro bacini più piccoli che rappresentano i quattro grandi fiumi della terra e i quattro punti cardinali. Ciascuno di loro possiede un “gargoyle” (figura animalesca): il leone, il cavallo, l’elefante e l’uomo.
Proseguimento della visita di Angkor alla volta dei due bellissimi templi di Thommanon e Chau Say Tevoda, risalneti al XII secolo e costruiti sotto il regno di Suryavarman II: qui (in particolare a Chau Say Tevoda) troverete sculture in onore di Shiva e Vishnu oltre a devatas di una grazia eccezionale.
Nel pomeriggio, visita di Angkor Thom (letteralmente ‘grande città’, un tempo capitale del regno di Jayavarman VII) cominciando con la barriera Sud e il famoso tempio di Bayon del XII, dedicato al buddismo. Il tempio – considerato una riproduzione del Monte Meru sacro agli induisti – è composto da circa 54 torri quadrangolari raffiguranti 216 visi del Dio Avalokitesvara. Si continua con la visita alla Terrazza degli elefanti – un’area di 350 metri a lato dell’imponente Piazza Reale, in passato luogo deputato alle cerimonie pubbliche – per finire con la Terrazza del re Lebbroso: costruita nel XII secolo, deve il suo nome al ritrovamento di una statua che ricordava l’immagine di un malato di lebbra. Pasti liberi. Pernottamento in albergo.

7° GIORNO | SIEM REAP – HONG KONG

Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto per il volo diretto a Hong Kong. Arrivo ed incontro con l’autista parlante inglese per il trasferimento in hotel. Pernottamento.

8° GIORNO | HONG KONG

Prima colazione in hotel. Giornata a disposizione da dedicare ad attività facoltative e shopping. Pernottamento.

9° GIORNO | HONG KONG – KOTAKINABALU – GAYA ISLAND

Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto per il volo diretto a Kotakinabalu. Arrivo e trasferimento al porto per la barca diretta a Gaya Island. Arrivo al vostro resort, sistemazione nella camera riservata e pernottamento.

10°-13° GIORNO | GAYA ISLAND

Prima colazione in hotel. Giornata a disposizione da dedicare ad attività facoltative e balneari come diving o snorkeling. Pernottamento.

14° GIORNO | GAYA ISLAND – KOTAKINABALU – SINGAPORE

Prima colazione in hotel e trasferimento in barca fino a Kotakinabalu. Trasferimento in aeroporto diretto a Singapore. Transito.

15° GIORNO | SINGAPORE – ITALIA

Dopo la mezzanotte proseguimento per l’Italia con volo di linea Singapore Airlines. Arrivo in mattinata.

Cosa comprende la nostra proposta:

  • Biglietti aerei validi su voli Singapore Airlines in classe economica;
  • Biglietti aerei validi su voli domestici Dragon Air e Air Asia;
  • Tutti i trasferimenti come da programma, con veicoli con aria condizionata;
  • I trasferimenti da Kotakinabalu a Gaya Island e viceversa con veicoli con aria condiziona e barca in condivisione;
  • Assistenza di personale parlante inglese e italiano in Malaysia;
  • Escursioni con guida locale parlante INGLESE su base privata in Cambogia;
  • Trattamento pernottamento e prima colazione americana;
  • Sistemazione in camera doppia più letto aggiunto con servizi privati come da tabella.

Galleria immagini

Mappa del viaggio

Leave a Review

Your email address will not be published.