La Thailandia riapre le frontiere ai turisti italiani

ATTENZIONE

Dal 1 Agosto 2021, la Thailandia è stata tolta dalla Lista D delle destinazioni extra-europee verso cui si può partire per Turismo dall’Italia. Per questo non è più possibile partire e usufruire dei diversi Phuket Sandbox, Samui+ per turismo, ma solo per motivi familiari e di lavoro.

L’attuale normativa è valida fino al 25 ottobre, data per cui è previsto un nuovo aggiornamento.


INGRESSO IN THAILANDIA

Per chi arriva in Thailandia a partire dal 1 ottobre 2021, continua a essere prevista la quarantena obbligatoria in una struttura ASQ (hotel e resort convenzionati con il governo) a Bangkok, prima di poter girare per il pese.

La quarantena prevista è di 7 giorni (oltre il giorno di arrivo) per chi è completamente vaccinato, 10 giorni per i non vaccinati.

Attualmente, per poter entrare come turisti in Thailandia, è necessario ottenere questi documenti e le misure a cui attenersi una volta in arrivo.

  1. Passaporto con validità residua di 6 mesi dall’entrata in Thailandia.
  2. Eventuale visto di ingresso.
  3. Richiedere ed ottenere il Certificato di entrata COE (Certificate of Entry)*
  4. Volo aereo andata e ritorno per da/per l’Italia.
  5. Prenotazione alberghiera in struttura ASQ.
  6. Certificato Covid-free.
  7. Assicurazione medica che copra almeno per USD $100.000,00 nel caso si contraesse il Covid19 valida almeno 90 giorni.

*La procedura per ottenere il Certificato di entrata COE può essere iniziata direttamente dal sito (https://coethailand.mfa.go.th).

Per ulteriori approfondimenti:


SPECIALE PROGRAMMA SANDBOX

I viaggiatori già completamente vaccinati, possono usufruire dei programmi SANDBOX che permettono di trascorrere la quarantena di 7 giorni in diverse località meridionali della Thailandia. Durante la quarantena i viaggiatori potranno girare liberamente per le località definite dal programma ed effettuare due tamponi. Terminata la quarantena potranno proseguire verso altre destinazioni.

Le aree previste dal programma Sandbox sono: Phuket, Surat Thani (Ko Samui, Ko Pha-ngan e Ko Tao), Phang-Nga (Khao Lak e Ko Yao) e Krabi (Ko Phi Phi, Ko Ngai e Railay).

Phuket

Tutti i viaggiatori sono tenuti a soggiornare in un hotel SHA Plus e a sottoporsi a due test RT-PCR: il primo all’arrivo il giorno 0-1 e il secondo prima di terminare il periodo di soggiorno il giorno 6-7.

In attesa del risultato del primo test, non è possibile lasciare la propria camera, ma appena ricevuto esito negativo si può uscire liberamente.

Durante i sette giorni, i visitatori possono spostarsi ovunque all’interno di Phuket, nonché fare escursioni in crociera a Phuket e gite a terra. Le escursioni a Phuket via mare possono essere godute utilizzando i servizi di barche e traghetti SHA Plus dai moli approvati (Ao Po, Chalong, Rassada e Wisit Panwa). Nel frattempo, le crociere e le escursioni in yacht a Phuket possono essere godute utilizzando i servizi di crociera e yacht SHA Plus dai moli approvati (Yacht Haven Marina, Ao Po Grand Marina, Phuket Boat Lagoon, Royal Phuket Marina e Chalong Pier).

Il giorno 7, dopo aver ricevuto un risultato negativo del test, i viaggiatori possono ottenere un “Modulo di rilascio” e dal giorno 8 viaggiare in altre parti della Thailandia.

Si può anche soggiornare meno di 7 notti a Phuket, ma al termine si potrà solo ripartire per l’Italia.

Koh Samui, Koh Phangan e Koh Tao

I viaggiatori sono invitati a rimanere nella destinazione per sette giorni, dopodiché potranno continuare il loro viaggio in altre parti della Thailandia. Samui Plus accetta turisti completamente vaccinati provenienti dall’estero e che si trasferiscono con voli dall’aeroporto Suvarnabhumi di BKK a Ko Samui. Appena arrivati a Bangkok andrà scaricata l’applicazione Samui Health Pass e Mor Chana.

Tutti i viaggiatori sono tenuti a soggiornare in un hotel SHA Plus e a sottoporsi a due test RT-PCR: il primo all’arrivo il giorno 0-1 e il secondo prima di terminare il periodo di soggiorno il giorno 6-7.

Se il primo test RT-PCR è negativo, si piò viaggiare su Ko Samui, Ko Phangan e Ko Tao, ma utilizzando solo i moli selezionati:

  • Ko Samui: Lom Phraya Na Phra Lan, Buri Rasa (solo per gli ospiti dell’hotel) e Phu Yai Non
  • Ko Phangan: Thong Sala
  • Ko Tao: Ban Mae Hat (Sala Vibhavadi)
  • Barche per Mu Ko Ang Thong: molo municipale di Na Thon

Se il risultato del secondo test è negativo, verrà rilasciato un modulo di rilascio e i turisti potranno viaggiare liberamente in Thailandia dal giorno 8.

Krabi, Koh Phi Phi,  Koh Ngai e Railay

Durante le sette notti, i viaggiatori possono andare ovunque all’interno della “Blue Zone Free Travel” nelle aree di Ko Phi Phi, Ko Ngai e Railay Beach. Sono tenuti a sottoporsi a due test RT-PCR: il primo all’arrivo il giorno 0-1 e il secondo prima di terminare il periodo di soggiorno il giorno 6-7.

Il giorno 7, dopo aver ricevuto un risultato negativo del test, i viaggiatori possono ottenere un “Modulo di rilascio” e dal giorno 8 viaggiare in altre località della Thailandia. Successivamente, dal 1 novembre 2021, i visitatori potranno soggiornare in qualsiasi zona di Krabi per sette giorni prima di proseguire il viaggio verso altre destinazioni thailandesi.

Phang-nga (Khao Lak e Koh Yao)

I viaggiatori completamente vaccinati nell’ambito del programma “Sandbox” a Khao Lak, Ko Yao a Phang-Nga sono invitati a rimanere nella destinazione per sette giorni, dopodiché potranno continuare il loro viaggio in altre parti della Thailandia. Durante i sette giorni, i visitatori possono andare ovunque all’interno della “Blue Zone Free Travel” nelle aree di Khao Lak e Ko Yao. Sono tenuti a sottoporsi a due test RT-PCR: il primo all’arrivo il giorno 0-1 e il secondo prima di terminare il periodo di soggiorno il giorno 6-7.

Il giorno 7, dopo aver ricevuto un risultato negativo del test, i viaggiatori possono ottenere un “Modulo di rilascio” e dal giorno 8 viaggiare in altre località della Thailandia. Successivamente, dal 1° novembre 2021, i visitatori potranno soggiornare in qualsiasi zona di Phang-Nga per sette giorni prima di proseguire il viaggio verso altre destinazioni thailandesi.

Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale: https://www.tatnews.org/thailand-reopening/