Nel cuore del Mekong: viaggio in Laos e Cambogia

Home // Nel cuore del Mekong: viaggio in Laos e Cambogia
Nel cuore del Mekong: viaggio in Laos e Cambogia

Nel cuore del Mekong: viaggio in Laos e Cambogia

Introduzione

Si dice che il Laos sia il paese del Sud-Est Asiatico dove si possa ancora respirare l’atmosfera che doveva avere questa parte del mondo molti anni fa; ed è corretto. Un popolo accogliente e genuino, abituato a vivere ancora in un rapporto di profondo rispetto con la natura che ospita le sue “città” e abitazioni. Un popolo molto legato alle proprie tradizioni, specialmente spirituali. Questo è il primo incontro da vivere arrivati nel Laos. Solo allora si può iniziare a scoprire la bellezza della natura, varia e potente, e l’atmosfera rilassante che si respira lungo le rive del Mekong e dei suoi altri fiumi.

Un viaggio, il nostro, dove non mancano passeggiate in tuk-tuk, a dorso di elefante, gite in barca e trekking tra le montagne ed i villaggi laotiani (ma non impegnativi, in questo viaggio).

A coronare l’esperienza, si attraverserà il confine con la vicina Cambogia, per non lasciarsi sfuggire il vicino e imponente complesso di Angkor, memorabile sito UNESCO. Ecco il nostro viaggio tra Laos e Cambogia.

HIGHLIGHTS:

Voli di linea Thai Airways
Dalle “città” alle montagne e campagne laotiane
Trasferimenti comodi e confortevoli
Guide locali parlanti italiano
Visita del complesso di Angkor!

Programma

1° GIORNO • ROMA ⇒ BANGKOK

Partenza dall’Italia con volo di linea Thai Airwayr per Bangkok. Rinfreschi e pernottamento a bordo.

2° GIORNO • BANGKOK ⇒ VIENTIANE

Arrivo a Bangkok. Transito e coincidenza con il volo diretto a Vientiane. Arrivo a Vientiane e disbrigo delle formalità doganali. Incontro con la guida per la visita della capitale Laotiana

Si inizia con il Vat Sisaket, che nonostante l’influenza Siamese, conserva ancora un’impronta architettonica tutta sua. Il tempio più grande di Vientiane, rimasto intatto e considerato, inoltre, è il più bello grazie ai richiami stilistici con quello di Bangkok.
Il Vat Phra Keo, eretto nel 1565 per ospitarvi all’interno il Budda di Smeraldo, è stato ricostruito nel 1942 mantenendo le caratteristiche originarie. Situato in un meraviglioso giardino, è ricordato per i suoi bassorilievi su legno e le eleganti colonne in stile Laotiano che vanno a sorreggere il tetto in stile Siamese.
Il Pha That Louang, un vero capolavoro dell’architettura religiosa laotiana e considerato tutt’oggi uno dei simboli del Paese, in quanto testimonianza sia della forza del Buddismo che della sovranità del Laos. Uno degli aspetti più scenografici è l’immenso stupa interamente ricoperto di lamine d’oro, sopravvissuto all’attacco dei Siamesi, in seguito distrutto dai saccheggiatori Ho nel 1873 e infine ricostruito dai francesi nel 1930.
Passeremo per Patuxai, il monumento commemorativo delle vittime della guerra ed il panorama dalla sua cima permette di ammirare Vientiane in tutto il suo inaspettato splendore. Finiremo con il Talat Kua Din, il coloratissimo mercato locale che al contrario del più conosciuto mercato mattutino di Talat Sao, non è ancora stato ‘invaso’ dal turismo di massa.

Pranzo libero. Cena in ristorante locale. Pernottamento in hotel.

3° GIORNO • VIENTIANE ⇒ VANG VIENG 156 KM-3h30

Prima colazione in hotel. Partenza per Vang Vieng. Lungo il tragitto visita di Vang Sang – luogo che ospita decine di Buddha risalenti al XVI secolo – e sosta presso alcuni villaggi per visitare i mercati locali. Pranzo in un ristorante locale.
Nel pomeriggio, breve trasferimento in auto per raggiungere il punto da cui si partirà per il trekking: una camminata di circa 1h30 lungo il fiume, al cospetto di imponenti picchi rocciosi, con soste lungo la strada per scoprire alcune grotte ancora poco conosciute dalle rotte del turismo più classico.
La giornata non può che terminare con la navigazione sul fiume Nam Song. A bordo di una imbarcazione locale, si potrà attraversare un paesaggio mozzafiato costellato di rocce carsiche: la mente dei viaggiatori più esperti correrà certamente a Hoa Lu, la ‘Halong Bay terrestre’ in Vietnam.
Cena libera. Pernottamento in hotel.

4° GIORNO • VANG VIEN ⇒ LUANG PRABANG 227 KM 6h

Prima colazione in hotel. Trasferimento diretto a Luang Prabang attraversando splendidi panorami di montagna. Pranzo in ristorante locale. Arrivo a Luang Prabang nel pomeriggio. In serata merita indubbiamente di essere esplorato il mercato notturno dell’etnia H’mong, che si svolge tutti i giorni lungo la via principale di Luang Prabang dalle 17 alle 22. Cena libera. Pernottamento in hotel.

5° GIORNO • LUANG PRABANG

Vi suggeriamo di svegliarvi presto, al sorgere dell’alba, per ammirare i monaci nel loro caratteristico abito color zafferano: dai tanti templi della città, affluiscono lungo le vie di Luang Prabang in una processione silenziosa per ricevere le offerte degli abitanti. Rispettateli, osservateli e cercate di non disturbarli.
Prima di rientrare in hotel, approfittate anche per fare una passeggiata al colorato mercato locale.

Dopo la colazione si comincia con le visite classiche della città in tuk tuk.
Scoprirete in particolare:

  • Il Palazzo Reale, oggi Museo Nazionale.
  • Vat Xieng Thong – i Templi della città Reale, un vasto insieme di edifici sacri, uno dei gioielli dell’arte laotiana;
  • Vat May – costruito alla fine del XVIII secolo, residenza del Supremo Patriarca Sangkharat, con le sue decorazioni sulla facciata principale e le monumentali porte scolpite in legno;
  • Vat Sène: il primo monastero con il tetto ricoperto di tegole gialle e rosse.

Pranzo in un ristorante tipico con cucina asiatica.
Nel pomeriggio, raggiunto il molo ci si imbarca lungo il fiume Mekong: la crociera sarà l’occasione non solo per visitare le sacre grotte di Pak Ou, al cui interno sono custodite centinaia di statuine di Buddha, ma anche per godere – al rientro – dello spettacolo del tramonto sul fiume.

Il Laos è un Paese che conserva ancora una forte spiritualità e con un profondo senso di ospitalità. Vivete in prima persona questa realtà prendendo parte ad una cerimonia Baci (Soukhouan), una delle tradizioni più ancestrali del Laos. Durante la cerimonia – presso una casa locale – la persona officiante compirà una sorta di ‘chiamata a raccolta’ delle vostre anime: è credenza laotiana, infatti, che ogni essere umano abbia 32 anime, e ognuna di queste verrà interpellata per attirare tutte le influenze benefiche verso di voi. Cena presso la casa stessa.
Pernottamento in hotel.

6° GIORNO • LUANG PRABANG

Prima colazione in hotel. Oggi, per prima cosa, si avrà l’opportunità di visitare l’Elephant Camp. Quest’oasi protetta che sorge lungo il fiume Namkhan, è il luogo dove la natura, l’uomo e questi antichi mammiferi convivono in armonia, prendendosi cura reciprocamente l’uno dell’altro. In sella ad un merviglioso pachiderma si potrà ammirare dall’alto la maestosità della natura, fino a raggiungere il fiume Namkhan e proseguire in macchina fino alle cascate di Tad Sae, per fare una piacevole nuotata o un bagno rinfrescante (N.B. il periodo da Febbraio ad Agosto corrisponde alla stagione di secca).
Pranzo nei pressi delle cascate o pic nic nella foresta.
Il pomeriggio continua con un soft trekking (circa 3-4 ore) che condurrà fino a Khmu, per un’immersione nella vita quotidiana del villaggio: gli abitanti vivono in simbiosi con la natura, vivendo prevalentemente di pesca e agricoltura, comunicando tra di loro con una lingua diversa da quella che si parla nel resto del Paese.
Il panorama è assolutamente mozzafiato: cime che superano i 1600 metri di altezza si stagliano tutt’intorno, ricoperte da una fitta giungla ove regna un silenzio surreale.
Il ritorno a Luang Prabang sarà a bordo di un’imbarcazione locale lungo il fiume Nam Khan o via terra. Cena libera. Pernottamento in hotel.

7° GIORNO • LUANG PRABANG ⇒ SIEM REAP

Prima colazione in hotel. Escursione alle cascate di Khouang Sy (circa 70 km – 1h). La strada è circondata da villaggi e risaie, che meritano uno stop durante il tragitto. Una volta raggiunte e ammirate le cascate, si potrà approfittare delle limpidissime acque per un bagno rinfrescante o fare una breve passeggiata nei dintorni.
Ritorno a Luang Prabang verso mezzogiorno. Volo nel pomeriggio per Siem Reap.
Arrivo e trasferimento in hotel. Pasti liberi. Pernottamento in hotel.

8° GIORNO • SIEM REAP

Appuntamento con la vostra guida in hotel per iniziare la scoperta del meraviglioso tempio di Angkor Wat, Patrimonio mondiale dell’umanità. Questo tempio è uno dei monumenti più straordinari mai concepiti dall’uomo, costruito nel XII secolo (1112-1152) in onore della divinità Vishnu. Nella religione induista, Vishnu è la divinità degli Spazi, nonché la seconda Persona della Trimurti (chiamata anche Trinità indù, composta da Brahma, Vishnu e Shiva).
Pranzo in ristorante tipico a base di cucina Khmer.
Nel pomeriggio visiterete il tempio di Banteay Srei, considerato uno dei gioielli dell’arte khmer. Costruito nel X secolo, questo piccolo tempio d’arenaria rosa, il cui nome significa “Cittadella delle donne”, contiene capolavori di scultura ancora in buono stato di conservazione. André Malraux lo rese famoso all’inizio del XX secolo grazie al ritrovamento di alcune teste di apsara – ammalianti creature che raffiguravano l’ideale massimo di bellezza femminile – che tentò di trafugare, poi restituite alla comunità nel 1923.
Sulla via del ritorno, è prevista una sosta al vecchio monastero di Ta Prohm, dove giganteschi alberi secolari hanno messo le radici nelle pietre sovrastando le costruzioni circostanti. Oltre a questa imponente vegetazione, avrete modo di vedere delle splendide devatas – divinità femminili – scolpite nella roccia e vi troverete immersi nell’atmosfera tipica che permeava i templi costruiti sotto il regno di Jayavarman VII. Ritorno in albergo per per rilassarsi e prepararsi alla serata (7pm circa).
Davvero speciale, proprio alle spalle del Museo Nazionale di Angkor, uno spettacolo a metà tra circo e teatro: il ‘Phare, The Cambodian Circus’, unisce danza, musica moderna, arti acrobatiche e teatro per trasportare gli spettatori nella storia e nella vita quotidiana della Cambogia, attraverso travolgenti e toccanti performances artistiche di giovani talenti locali. Ad oggi, la testimonianza più autentica della lenta ma dignitosa rinascita di questo Popolo.
Durata: circa 1h
Cena libera.
Pernottamento in hotel.

9° GIORNO • SIEM REAP

Prima colazione in hotel. La mattina, partenza in tuk-tuk per il Nord di Angkor. Comincerete con la visita al Tempio di Preah Khan, costruito da Jayavarman VII nel 1191 in onore di suo padre, il Dio risparmiatore del Buddismo Mayahanista: il tempio era in origine una vera e propria città e un luogo dedicato agli studi buddisti. Appartenente alla stessa epoca, Neak Pean, chiamato anche “Nagas intrecciato”, è l’unica isola-tempio di Angkor: si dice che rappresenti simbolicamente Anavatapta, il lago sacro e mitico dell’Himalaya, venerato in India per le proprietà curative delle sue acque. Il grande bacino centrale è collegato ad altri quattro bacini più piccoli che rappresentano i quattro grandi fiumi della terra e i quattro punti cardinali. Ciascuno di loro possiede un “gargoyle” (figura animalesca): il leone, il cavallo, l’elefante e l’uomo.
Proseguimento della visita di Angkor alla volta dei due bellissimi templi di Thommanon e Chau Say Tevoda, risalneti al XII secolo e costruiti sotto il regno di Suryavarman II: qui (in particolare a Chau Say Tevoda) troverete sculture in onore di Shiva e Vishnu oltre a devatas di una grazia eccezionale.
Pranzo libero.
Nel pomeriggio, visita di Angkor Thom (letteralmente ‘grande città’, un tempo capitale del regno di Jayavarman VII) cominciando con la barriera Sud e il famoso tempio di Bayon del XII, dedicato al buddismo. Il tempio – considerato una riproduzione del Monte Meru sacro agli induisti – è composto da circa 54 torri quadrangolari raffiguranti 216 visi del Dio Avalokitesvara. Si continua con la visita alla Terrazza degli elefanti – un’area di 350 metri a lato dell’imponente Piazza Reale, in passato luogo deputato alle cerimonie pubbliche – per finire con la Terrazza del re Lebbroso: costruita nel XII secolo, deve il suo nome al ritrovamento di una statua che ricordava l’immagine di un malato di lebbra. La giornata non può che terminare con la visita del Museo Nazionale di Angkor: 8 gallerie in oltre 20.000mq dedicati all’antica civiltà di Angkor. Manufatti, incisioni, reperti religiosi e testimonianze dell’eccezionale evoluzione sociale di una delle più antiche popolazioni mai esistite.
Cena in ristorante con spettacolo di danze “Apsara” (non privato). Pernottamento in hotel.

10°GIORNO • SIEM REAP ⇒ BANGKOK

Sveglia di prima mattina per raggiungere il villaggio galleggiante di Kompong Khleang, a circa un’ora di strada da Siem Reap e meta ogni anno di molti turisti. Kompong Khleang è uno degli esempi più emblematici di villaggio galleggiante: le case su palafitta sono tra le più alte e tra le più grandi fra tutti i villaggi che sorgono attorno al lago Tonle Sap. Giro a piedi nel villaggio per conoscere gli abitanti e ingresso in una casa dove abita una famiglia di allevatori di coccodrilli. In seguito, si sale su un’imbarcazione locale per la navigazione attraverso i canali alla volta del grande lago: gli abitanti spostano le proprie case a seconda delle stagioni e del livello dell’acqua. Ritorno al villaggio e pic-nic sul posto.
Ritorno a Siem Reap nel pomeriggio. Tempo libero a disposizione fino al momento del trasferimento in aeroporto diretto a Bangkok. Transito.

11°GIORNO • BANGKOK ⇒ ABU DABHI ⇒ ROMA

Proseguimento per l’Italia con volo di linea Thai Airways in partenza dopo la mezzanotte.Arrivo in mattinata.

Cosa comprende la nostra proposta:

  • Biglietti aerei validi su voli Thai Airways in classe economica;Update
  • Tutti i trasferimenti come da programma, con veicoli con aria condizionata;
  • Assistenza di personale parlante italiano;
  • Escursioni con guide locali parlante italiano;
  • Pasti come da programma, bevande escluse;
  • Tutte le visite e gli ingressi come da programma;
  • Sistemazione in camera doppia con servizi privati come da tabella.
  • Assistenza Bell Travel 24 ore su 24

Galleria immagini

Mappa del viaggio